AMARO DEL BOSS

Sicilia

Favara, AG

L’Amaro del Boss, liquore Siciliano tonico e digestivo, è il prodotto simbolo della più giovane e innovativa tradizione Siciliana. È preparato dopo la creazione di un attento e sapiente infuso di erbe aromatiche dosate per un gusto e un aroma inconfondibile. Prima o dopo i pasti, può diventare un ottimo dissetante con ghiaccio o seltz. Ottimo per cocktail. La sua storia affonda le radici in un affascinante passato. Il rispetto per le tradizioni più sincere e la condivisione familiare dei sani piaceri siciliani. La sua lunga preparazione prevede l’infusione di numerose erbe, di fiori e di frutti siciliani secondo gli antichi metodi artigianali. Viene preparato con l’impiego di pregiate partite di acquaviti di vino invecchiate lungamente in botti di rovere di Slavonia. L’Amaro viene ulteriormente affinato in botti di rovere, per poter ottenere la massima armonia tra tutti i suoi ingredienti. Questo Amaro è un raro prodotto da meditazione, da gustare nelle migliori occasioni e nei locali che si distinguono. Un liquore unico e ricercato, che rappresenta a pieno titolo la Sicilia tra gli alcolici più apprezzati nel mondo. E’ il prodotto simbolo della più giovane e innovativa tradizione siciliana. La sua storia affonda le radici in un affascinante passato. Il rispetto per le tradizioni più sincere e la condivisione familiare dei sani piaceri siciliani. recente ritrovamento di un antico manoscritto recante la speciale ricetta del liquore degli antenati conduce la famiglia Simone; alla prima produzione dell’Amaro del Boss nel 2014 con fedeltà e passione verso la tradizione più genuina; associata alla rielaborazione in chiave moderna dei gusti e degli aromi più freschi. La scelta delle materie migliori e la dedizione che la famiglia Simone mettono quotidianamente nel produrre e distribuire il liquore; è il tratto distintivo che ha conquistato in breve tempo la Sicilia; e ha gettato la sua eco oltre i confini nazionali.
“Non ci può essere un buon modo di vivere dove non c’è un buon modo di bere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *